La diagnosi dell’iperparatiroidismo può essere alquanto indaginosa e risulta decisamente più semplice se essa viene sospettata in precedenza e, quindi, gli esami che si effettuano sono in qualche modo “mirati”.

In ogni caso, si rivelano particolarmente utili esami di laboratorio volti a misurare sia i livelli nel sangue di paratormone che di calcio, i quali usualmente vengono prescritti dopo una visita medica nella quale il paziente ha evidenziato qualche sintomo “sospetto”.

Ulteriori accertamenti possono essere poi effettuati con esami ancora più approfonditi fra i quali si annoverano: l’ecografia del collo, la TAC, la scintigrafia e l’angiografia.

Iperparatiroidismo: diagnosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *