SLIDER ATTIVITA EDITORIALE

Attività editoriali

Di solito, non vi sono affatto sintomi.

Quando sintomi come dolore o rigidità articolari compaiono, lo fanno in modo sommesso ed insidioso. Possono intervenire, comunque, dolore alle ossa, ingrossamento delle stesse o deformità.
Il dolore può essere anche forte e peggiorare nelle ore notturne. Le ossa, nell’ingrossarsi, possono comprimere alcuni nervi, aumentando così il dolore.
A volte il morbo di Paget può portare allo sviluppo di osteoartrite nelle giunture adiacenti. Possono comparire anche piccole fratture ossee.

Le manifestazioni del morbo di Paget possono variare a seconda della sua localizzazione, determinando quadri clinici anche molto diversi fra loro.
Si può avere, ad esempio, un ingrossamento del cranio, che spesso si nota per la prima volta quando ci si accorge di aver bisogno di un cappello più grande…si può avere danneggiamento dell’udito, mal di testa e talvolta compaiono prominenze venose sulla testa.

Le vertebre possono deformarsi, indebolirsi e schiacciarsi, determinando così una diminuzione dell’altezza; esse possono con lo schiacciamento andare a comprimere i nervi vertebrali, determinando intorpidimento, pizzicore, debolezza o anche paralisi delle gambe.
Le persone in cui il morbo di Paget colpisce le anche o le gambe possono avere gambe arcuate ed un passo corto ed insicuro. Va, inoltre, ricordato che l’osso che viene colpito del morbo di Paget è più fragile e, quindi, ha maggiore probabilità di rompersi.

Morbo di Paget: sintomi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *